vai al contenuto vai al menu principale vai alle informazioni per il contatto
IT Scegli la lingua cerca apri finestra di navigazione

Arciabbazia di S. Pietro & cimitero & catacombe

Sin dalla fondazione di S. Pietro, nel VII° secolo, la chiesa e il monastero sono considerati il cuore della città di Salisburgo. Gli appassionati del film “The Sound of Music” non possono lasciarsi scappare la visita degli edifici sacri, del cimitero e delle catacombe.


La storia

La chiesa e il monastero di S. Pietro furono fondati nel 696 dal missionario Rupert, proveniente dalla Franconia. Una particolarità del luogo è che la comunità di monaci è tuttora esistente ed è la più antica sul territorio di lingua tedesca. La chiesa e il monastero furono danneggiati da numerosi incendi e poi restaurati in varie epoche. Oggigiorno gli edifici sacri recano elementi del romanticismo, rinascimento e rococò.

La Galleria lunga dell’Arciabbazia di S. Pietro

Nel Seicento l’Abbazia di S. Pietro fece allestire una pinacoteca - la “Galleria lunga” - per volere del principe arcivescovo Guidobald von Thun. Questo lungo corridoio, con le finestre su un lato e una successione di dipinti appesi sulla parete opposta, prendeva spunto dai modelli italiani. Oggigiorno la Galleria lunga è accessibile al pubblico nell’ambito della visita del DomQuartier.

Il Cimitero di S. Pietro

Il Cimitero di S. Pietro è considerato uno dei più belli e più antichi del mondo, grazie all’ambiente in cui è adagiato. L’atmosfera particolare risulta anche dalla cappella tardo gotica di S. Margherita, situata al centro del cimitero, attorno alla quale sono disposti i monumenti funebri e le tombe. Vi sono sepolti artisti, studiosi, commercianti e personaggi famosi come ad esempio Nannerl, la sorella di Mozart.

Le catacombe

Uno dei luoghi più spettacolari del cimitero sono le catacombe scavate nella roccia del monte Mönchsberg. Le mistiche grotte risalgono alla tarda antichità e funsero sia da eremitaggi che da luoghi per le sepolture. Le catacombe di origine paleocristiana si possono visitare tutto l’anno. Con la Salzburg Card l’ingresso è gratuito.

S. Pietro e “The Sound of Music

Gli ospiti internazionali conoscono il cimitero e le catacombe poiché funsero da scenari per le riprese del famoso film hollywoodiano “The Sound of Music”. La famiglia Trapp fuggì della persecuzione nazista attraversando il cimitero di S. Pietro, per trovare poi nelle grotte dei luoghi sicuri in cui nascondersi. Al riparo del buio Maria, il capitano e i bambini proseguono poi la loro fuga fino in Svizzera.

Musica a S. Pietro

Mozart e Haydn sono strettamente legati al monastero di S. Pietro. Nel 1769 l’allora tredicenne Mozart compose la “Dominicus Messe” per l’abate e qualche anno più tardi Michael Haydn compose la “Rupertusmesse” commissionata dal monastero. Oggigiorno la Sala barocca dello Stiftskeller St. Peter e la Sala romanica ospitano regolarmente concerti, come ad es. i “Mozart Dinner Concerts”.


Impressioni


Anche questo potrebbe interessarti:

Progetta la tua visita

Prenotazione online di giri turistici della città e nei dintorni di Salisburgo:

Il fiore all’occhiello di Salisburgo  sono le numerose manifestazioni culturali di vario genere: prenota qui i relativi biglietti:

La SalzburgCard ti offre l’ingresso gratuito o ridotto per numerose attrazioni e l’utilizzo gratuito dei mezzi di trasporto pubblici.

chiudi
Prenota online gli alberghi a Salisburgo - in tutta comodità e al miglior prezzo!